Super Smash Bros 3DS - Recensione

Smash 3DS cover
Nintendo, nel lontano 1999, ebbe un’idea geniale: prendere i personaggi simbolo delle loro IP, metterli tutti in un unico gioco, renderlo un picchiaduro e inserire strumenti, stage e rimandi ad ogni cosa fatta dalla Nintendo.
Il gioco fu un successo enorme. La tradizione vuole che ogni console casalinga dal Nintendo 64 abbia il suo Smash. Il Gamecube ricevette Super Smash Bros. Melee. La Wii fu la casa di Super Smash Bros. Brawl. Questa aveva portato alcune meccaniche non proprio gradite a tutti i fan di vecchia data, ma aveva espanso il gioco in modi impensabili. Un roster corposo fatto di 39 personaggi, una modalità storia con tanto di cutscene e molte modalità extra.
Prima ancora che la Wii U uscisse tutti si aspettavano il nuovo Smash. Ma la versione per 3DS colse tutti di sorpresa. Con un roster di ben 52 personaggi, un gameplay frenetico e una richiesta di impegno fisico non indifferente, come se la cava la versione in piccolo di questa gemma?
La domanda che molti si sono posti è: è possibile racchiudere l’essenza di Smash in una console minuscola e poco potente come il 3DS? Ebbene, possiamo rispondere subito a questa domanda: si. Ed è un mezzo miracolo.
Appena si accende il menù, ci si ritrova in un ambiente familiare. Icone grandi e colorate e musica a martello. Possiamo buttarci nella Mischia per lottare contro la CPU o contro amici in locale, andare Online, giocare alla Corsa Smash o dedicarci a minigiochi ed attività varie.
super_smash_bros_3ds_main_menu_1
Poche modalità
Avventura Smash è la modalità esclusiva per il 3DS e non sarà presente nella versione per Wii U. Personalmente questa modalità mi ha un po’ deluso. L’idea di base è interessante, ma l’esecuzione ne mina le potenzialità. Avventura Smash butta il giocatore ed altri 3 partecipanti (CPU o amici in locale) in un’ambientazione costruita in stile metroid 2D, piena di nemici provenienti da ogni IP Nintendo. Sconfiggendo questi nemici si ottengono dei potenziamenti per le proprie caratteristiche di attacco, velocità, difesa. Entro 5 minuti si deve riuscire a potenziare il più possibile il proprio personaggio per poi affrontarsi tutti in una battaglia finale. Il problema di questa modalità è che è istanzata, ovvero i quattro giocatori vengono buttati ognuno nella loro versione del labirinto quindi non si incontreranno mai e tutti vedono possibilmente lo stesso numero di potenziamenti. Un vero peccato in quanto buttare tutti nella stessa mappa insieme avrebbe creato molte possibilità di lottare per prendere o limitati potenziamenti, creando una situazione più dinamica a mio avviso. L’unico lato positivo di questa modalità è che risulta essere un buon modo per accumulare potenziamenti e monete.
Apparte Avventura Smash, il resto del gioco è alquanto standard come offerta. Abbiamo la modalità Classica nella quale si lotterà contro svariati nemici fino ad arrivare a Master Hand, c’è la modalità All-Star, dove si affronteranno tutti i lottatori di Smash in sequenza basata sulla loro data di nascita e poi ci sono i soliti minigiochi dell’Homerun Contest, lo spaccabersagli e la lotta multipla contro orde di avversari.
Mancano le sfide, mancano le personalizzazioni degli scontri, mancano molte opzioni di colore, come cambiare musica di uno stage, da sempre presenti su console casalinghe e questo aiuta a fomentare la visione della versione 3DS come monca rispetto a quella per Wii U.
L’online si divide in due categorie: For Fun e For Glory. Nella modalità Per Divertirsi avremo il classico tutti contro tutti o a squadre, con tutti gli oggetti abilitati e tutti gli stage. In Per la Gloria avremo solo scontri 1vs1, senza oggetti e solo in stage in versione Omega, ovvero con una sola piattaforma come in Destinazione Finale. Purtroppo l’online ha prestazioni estremamente altalenanti, con molti scontri, anche in 1vs1, ingiocabili per via della lag, mentre altri andranno lisci come l’olio. Il tutto è estremamente dipendente dalla qualità della connessione, come ogni altro picchiaduro, ma il netcode che muove il tutto sembra essere alquanto scarso in quanto non riesce spesso a equilibrare la connessione tra i vari partecipanti. Un vero peccato, speriamo che con update vari migliorino questo aspetto perché così non è il massimo della godibilità.
large
Su misura per te
La più grande novità di questo Smash che davvero cambia le carte in tavola è la capacità di personalizzare i personaggi. Giocando alle varie modalità si possono ottenere come ricompensa oltre ai trofei, anche oggetti vari. Esistono equipaggiamenti che modificano le statistiche di attacco, difesa e velocità dei personaggi, tutti con malus e bonus allo stesso tempo ed alcuni hanno effetti particolari extra. Ike vi sembra un po’ troppo lento? Dategli un paio di stivali e la sua velocità aumenterà notevolmente! L’altra categoria di personalizzazione riguarda le mosse speciali, ovvero le tecniche eseguite con “B+direzione”. Ogni personaggio ha 3 possibili mosse speciali per tipologia di attacco (da fermo e nelle 3 direzioni principali). Questo conferisce grandissima flessibilità al giocatore ed aggiunge un pizzico di imprevedibilità agli scontri in quanto le combinazioni sono davvero varie. Ad esempio, Capitan Falcon ha a disposizione un Pugno Falcon normale, uno meno potente ma dove scatta in avanti, andando a colpire bersagli distanti ed un terzo che invece è più lento da eseguire ma è molto più potente.
Questo viene solo esasperato con la nuova aggiunta al roster: i lottatori Mii. Potrete usare i vostri Mii del centro creazioni Mii per creare lottatori vari. Essi possono appartenere a tre categorie: spadaccino, pistolero e picchiatore. Offrono 3 stili di combattimento molto diversi, a loro volta molto variabili in base alle tecniche speciali che userete. Bellissimi sono tutti i vari elmi e vestiti che i Mii possono indossare. Dovranno essere sbloccati attraverso le altre modalità di gioco, aumentando la longevità del gioco ancora di più se si vuole prendere tutto. I Mii riescono ad aggiungere non poco colore a Smash, rendendo possibili tante assurde combinazioni e sono i protagonisti della modalità orda. Essere attaccati da Gesù, Zoidberg e Iwata non ha prezzo…..
newcomers
Un roster che….
Il roster, come già detto, arriva a 52 personaggi. I cambiamenti ai veterani sono molti ed i nuovi arrivati riescono ad essere tutti ben fatti e molti hanno meccaniche singolari.
Little Mac è fortissimo a terra ed imbarazzante in aria ed ha una barra speciale che si carica ogni volta che le da o che le prende. Una volta al massimo può menare un KO automatico con la sua mossa speciale base. Un avversario temibilissimo in stage dove non bisogna saltellare troppo. Inoltre ha un'”armatura” che lo rende immune allo stordimento mentre carica il suo cazzottone. Forse è uno dei personaggi più forti tra i nuovi.
MegaMan è purtroppo una mezza delusione. I suoi attacchi base sono un po’ poco incisivi e i suoi speciali sono tutti un po’ meh. Molto belli da vedere in quanto riprendono tutti gli attacchi speciali dei vecchi megaman, ma sul campo di battaglia mancano di incisività. Pac Man anche lui soffre da attacchi speciali un po’ a caso, non propriamente utili in ogni situazione. I suoi attacchi base invece hanno potenza e precisione e lo rendono un buon lottatore su quel punto di vista. Bellissimo il suo speciale laterale, quando si trasforma nella sua versione 2D con bocca aperta e va addosso a tutti mangiandoli.
Greninja è un’aggiunta pokémon un po’ strana, ma ben si adatta al cast di Smash Bros, essendo un lottatore Ninja puro, veloce e letale. Il suo potenziale offensivo e la sua capacità di mettere sotto pressione gli avversari è ottima. Debole nei recuperi ed in difesa, è un personaggio per giocatori pro.
Shulk è un altro personaggio complesso da usare e con una meccanica personale abbastanza nuova in Smash. La sua tecnica speciale neutrale permette a Shulk di ciclare tra diversi stati della Monade. Ogni stato conferisce bonus e malus per un certo periodo di tempo in grado di alterare tantissimo come ci si approccia alla battaglia. Lo stato Smash aumenta tantissimo la capacità di lancio degli attacchi e Scudo rende Shulk inamovibile. Saper scegliere il potenziamento giusto al momento giusto è la chiave per il successo.
L’Abitante è diventato già un meme di smash. Con il suo volto innocente dispensa morte e distruzione. La sua tecnica particolare è quella neutrale speciale, con la quale cattura ogni tipo di proiettile e lo conserva per uso successivo. Lo Smash laterale di Megaman o il colpo caricato di Samus dovranno essere usati con cura se l’abitante è in campo.
Il Trainer Wii Fit, in versione sia maschile che femminile, è un personaggio un po’ strambo a vedersi, visto che attacca con mosse di Yoga e pose tipiche da stretching. Anche i suoi attacchi speciali sono particolarmente strani, con un attacco caricato in stile cannone di Samus che sembra un po’ fuori luogo. La tecnica caratteristica del Wii Fit Trainer è la sua meditazione, che richiede la pressione del tasto B al giusto tempismo, che funziona come tecnica di auto buff, aumentando l’attacco e curandolo.
Daraen è un altro personaggio particolare. In pieno stile Fire Emblem, i suoi attacchi smash e i suoi attacchi speciali hanno usi limitati e se abusati possono lasciare il personaggio senza mezzi per attaccare! Questi si ricaricano dopo poco, ma rendono Daraen un personaggio dove spammare è impossibile. Da notare come la sua tecnica B+giù cattura un avversario e lo cura, rendendolo potenzialmente un personaggio molto durevole.
Browser Junior è un’aggiunta al roster particolare. I suoi 8 costumi speciali in realtà sono i 7 Koopaling. Hanno tutti lo stesso moveset, ma il cambio estetico in questo caso è molto forte e farà contente tantissime persone. Bowser Jr. non si muove a piedi, ma combatte a bordo della Koopa Clown Car, simbolo della famiglia Browser dai tempo di Super Mario World. Personaggio molto veloce e potente, in grado di colpire in maniera ottima anche dalla distanza è un avversario abbastanza temibile. Il suo Smash Finale riprende direttamente Mario Ombra da Mario Sunshine, un cameo di sicuro apprezzato.
Palutena, la dea buona dell’universo di Kid Icarus, appare come una lottatrice molto “counter” in quanto ha sia tecniche di contrattacco ravvicinate, che contro proiettili dalla distanza ed è dotata di teletrasporto. Non è un personaggio molto forte di per se, ma è in grado di giocare in modo difensivo in modo alquanto efficace.
Il Duo Duck Hunt è forse il personaggio più strambo di tutti. Una coppia improbabile, i due si collocano come ottimi lottatori aerei e le loro tecniche speciali sono fantastiche per dare fastidio agli avversari senza lasciare tempo per recuperare. Personalmente sono affezionatissimo a questi due, in quanto Duck Hunte per NES è stato tra i primi giochi da me mai provati, ma in Smash non sono proprio il mio stile.
Rosalinda e Sfavillotto sono a quanto si dice online, il personaggio più forte di tutti. Tier 1. Perché? Rosalinda e Sfavillotto riprendono l’idea degli Ice Climbers, assenti in questo capitolo. Il piccolo compagno colorato della guardiana dell’osservatorio stellare copia le mosse di Rosalinda a distanza e può essere mandato in giro per la mappa con comandi appositi. In questo modo è possibile controllare l’intero campo di battaglia da soli. Questo set up è scomodo e non facilissimo da eseguire, infatti io mi ci trovo malissimo con questo personaggio, ma a detta dei lottatori competitivi è al top e difficilmente scenderà.
Dark Pit e Lucina sono nuovi arrivati, ma sono cloni di personaggi già presenti, rispettivamente di Pit e Marth.
I vecchi personaggi ritornano con molti cambiamenti che ne modificano l’efficacia e il comportamento in battaglia ma non in maniera drastica. Samus Tuta Zero ora è un personaggio separato ed è il mio preferito, così come Zelda e Shiek, anche loro separati. Charizard ritorna ed è ora un personaggio solo, senza l’allenatore di Pokémon. Peccato che faccia schifo come combattente, è una delusione.
Il roster è decisamente il punto di forza di questo Smash e MewTwo è stato annunciato come DLC per primavera 2015, quindi la possibilità di espanderlo sempre di più c’è.
Un miracolo
Smash Bros for 3DS è un gioco che non ti aspettavi e non pensavi possibile. Tagliando molte sue modalità e feature extra, Namco e Nintendo sono riusciti a prendere l’essenza del combattimento e dell’esperienza Smash ed a condensarla su 3DS. L’online altalenante, qualche calo di frame in 4vs4 e poche cose da fare in singolo non detraggono troppo dall’esperienza globale, dando al 3DS un gioco di quelli da avere sempre con se quando si va in giro per streetpassare e combattere.

Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento