Warhammer 40k Armies - Adeptus Mechanicus



L'Imperium umano ha uno strano rapporto con la tecnologia. Questa è vista in maniera ritualistica e continuamente riscoperta dal passato da una setta così imponente che è di fatto la seconda religione dell'Imperium: il Culto Mechanicus. Quando bisogna proteggere un loro mondo fucina o recuperare un antico artefatto, le loro armate offrono un'esercito di cyborg implacabili e robot equipaggiati con le più temibili ed inusuali armi dell'Imperium.

Il Culto Mechanicus è un'organizzazione complessa dalle mille sfaccettature. Chi fa parte del Culto Mechanicus è di fatto il gestore della tecnologia dell'Imperium, un incrocio tra un religioso ed un meccanico, che doma lo spirito macchina all'interno dei manufatti umani attraverso funzioni religiose e cospicua applicazione di unguenti sacri. La continua ricerca di nuovi artefatti in una galassia ostile, unita alla necessità di dover proteggere i propri mondi fabbrica e di dover fare manutenzione a tutte le loro creazioni, vede il mechanicus avere diverse divisioni. La Centurio Ordinatus si occupa della manutenzione dei veicoli da guerra Ordinatus, artefatti antichissimi e dalla potenza devastante; la Collegia Titanica si occupa dei giganteschi titani da guerra mentre L'Auxilia Myrmidom appoggia i titani con truppe terrestri.
Qui sono presentate le forze più comuni del Mechanicus: Gli Skitarii, la Legio Cybernetica e i Cavalieri Imperiali. I primi sono i guerrieri del dio macchina, instancabili cyborg il cui solo scopo è lottare. Seguono gli ordini senza dubbio, senza paura, dai loro corpi più macchina che uomo. La Legio Cybernetica schiera invece macchine da guerra semi autonome guidate da servitori del Mechanicus. I Cavalieri Imperiali sono tutt'altra cosa. Per mandare avanti un mondo forgia serve cibo, tanto cibo. Per questo il Mechanicus fa degli accordi con mondi feudali che hanno tantissimo terreno fertile. In cambio del cibo donano dei mini-titani alle casate governatrici. Di ritorno questi cavalieri hanno il dovere di aiutare nella difesa di un mondo forgia ma sono anche liberi di girare la galassia e combattere i nemici dell'Imperium, nel modo più cavalleresco possibile.
Ogni mondo forgia ha le sue attitudini al combattimento e possono cambiare come alcune unità sono usate all'interno dei piani di battaglia.
Le scelte HQ rappresentano i comandanti delle armate e personaggi unici


BELISARIUS CAWL
Belisarius è un Arcimago Dominus di quelli antichi, esperti, rimasto imbrigliato della difesa di Cadia durante la tredicesima crociata nera. La sua anzianità gli da grande esperienza e sapienza, coadiuvata da un corpo oramai così modificato da renderlo estremamente resistente ed armato con le più letali armi dell'Adeptus Mechanicus. Le sue azioni durante la tredicesima crociata furono guidate prima da un Arclecchino, poi da Trazyn dei Necron e si trova a formare insieme alla Santa Celestina e all'inquisitore Greyfax un trio di autorità dell'Imperium forse costretto a scendere a patti con gli Eldar per dare speranza al futuro, dopo la caduta di Cadia.

TECH PRIEST DOMINUS
Il Tech Priest Dominus è un signore della guerra che preferisce combattere sul campo invece che rimanere nelle sale di controllo delle astronavi del Mechanicus come di solito avviene per le legioni Skitarii. Il grado di Dominus è riservato solo per i veri esperti di guerra del Mechanicus. Possono venire da ogni branca, ma sono tutti accomunati dalla passione per accumulare e analizzare dati di battaglia e testare i risultati sul campo. Sembrano dei "vecchietti" meccanici piegati dal peso dell'anzianità, ma in realtà sono delle macchine di distruzione senza eguali. I loro corpi sono resistenti quanto armature Terminator, sono dotati di potenti campi di forza e sono equipaggiati con numerosi bracci meccanici in grado di trasportare ogni tipo di arma da tiro. Non se la cavano male neanche in corpo a corpo e sono in grado di riparare con grande facilità sia veicoli, che membri degli Skirarii o del Cult Mechanicus o anche se stessi. Insomma si parla di un comandante di quelli davvero tosti, forgiato da anni di esperienze ed in grado di comandare tecnologie ritenute perdute oramai da molti.


ENGISEER
Gli Engiseer sono tra i membri del culto mechanicus più conosciuti nella galassia, in quanto sono assegnati ai reggimenti di Astra Militarum per mantenerne i mezzi da guerra. All'interno della macchina da guerra del Mechanicus perdono la loro aria di stranezza e misticismo e sono un semplice ingranaggio. Rimangono assegnati in genere al loro lavoro di riparatori e tecnici da campo.
Le truppe sono le unità base, quelle più numerose e con equipaggiamento più di massa
SKITARII VANGUARDS
L'avanguardia Skitarii è formata da alcune delle truppe più letali dell'Imperium... per i motivi sbagliati. I loro corpi e le loro armi sono saturate dai fumi e dalle radiazioni dei mondi forgia e le loro armi sparano praticamente radiazioni. Quando sono sul campo perfino gli alleati li evitano a tutti i costi, perché anche stare vicino ad un Vanguard potrebbe portare alla morte. Possono ovviamente variare il loro equipaggiamento, andando in giro con armi al plasma dall'alto rateo di fuoco o armi al fosforo per infliggere il massimo dei danni ad ogni tipo di bersaglio, ma la loro carabina rad è un sinbolo indiscusso delle armate Skitarii.
SKITARII RANGERS
I Rangers sono l'altro lato della medaglia rispetto ai Vanguard. Se le truppe radioattive sono più propense ad andare in faccia al nemico ed a combattere a distanze ravvicinate, i Rangers sono i tiratori implacabili, in grado di inseguire le loro prede praticamente all'infinito, aspettando che siano sfinite per poi finirle con un colpo dei loro fucili galvanici, armi molto particolari. Esteticamente molto retro, sono invece alquanto avanzate e sparano dei proiettili speciali che causano tutta l'energia potenziale di un bersaglio a trasformarsi in energia elettrica ed ogni loro uccisione è accompagnata da fulmini.

KATAPHRON BREACHERS
KATAPHRON DESTROYERS

Nell'Imperium è abbastanza comune avere dei servitori, cioè degli umani lobotomizzati ed usati come "robot multiuso". Molti di questi sono attrezzati per portare armi pesanti in guerra per dare supporto ad eventuali Engiseer dell'Astra Militarum o Techmarine. I Kataphron sono la versione carro armato dei servitori. Pur essendo truppe, sono estremamente costosi e difficili da uccidere. Sono le piattaforme di tiro definitive, in grado di sparare due volte con ogni tipo di arma. I Destroyers sono leggermente meno corazzati e sono equipaggiati con armi al fosforo e plasma per alta potenza di fuoco dalla distanza, mentre i Breacher sono anti fortificazioni e veicoli ma da distanza più ravvicinata e sono un po' più corazzati.


Gli élite sono il meglio del meglio, offrendo unità in grado di cambiare le sorti della battaglia

FULGURITE
CORPUSCARII
Gli elettropreti sono delle creature particolari, innamorate dell'elettricità e mostrano la loro devozione in modo diverso in base al loro ordine: Fulguriti e Corpuscarii. I primi sono estremamente devoti alla Forza Motiva, il terzo elemento della trinità del dio macchina. Per loro il movimento è energia e pertanto si lasciano impiantare con apparecchiature in grado di generare corrente elettrica dal movimento. Il loro obiettivo è quello di rubare l'energia vitale dai nemici dell'Omnissiah e portare questa energia ai tecno preti. Per farlo caricano a petto nudo i loro nemici, massacrandoli di botte con appositi bastoni, svuotando i loro bersagli di energia e caricando i loro condensatori. I Corpuscarii invece si fanno impiantare con dei generatori di elettricità e praticamente diventano degli sparafulmini. Il loro compito è quello di illuminare la galassia e vedono il loro compito come sacro, in quanto pochi istanti prima della morte il nemico mentre sta venendo bruciato dai fulmini, vede la luce dell'Omnissian.

INFILTRATOR
RUSTSTALKER
I Sicarian sono specialisti corpo a corpo degli Skitarii, equipaggiati con armi extra apposta per poter usare al meglio le armi corpo a corpo. I loro modi di applicazione di tale perizia sono però diversi. I Ruststalkers sono unità da carica a viso aperto, sfruttando le loro potenti gambe per correre velocemente sul campo di battaglia portando le loro armi transoniche sui nemici. Queste armi dopo i primi colpi si intonano con la frequenza di risonanza delle corazze nemiche disintegrandole. Gli Infiltrator sono invece i cacciatori, che preferiscono arrivare in infiltrazione verso il loro bersaglio per poi finirlo in corpo a corpo. Usano grossi pungoli elettrici o semplici armi potenziate, ma il loro trucco sono dei trasmettitori di segnali in grado di disturbare i sensi dei loro nemici, meccanici o biologici che siano, che si ritrovano incapaci di capire esattamente cosa li stia attaccando e quindi le loro capacità di reazione contro gli infiltrati è notevolmente ridotta.


A volte oltre alla potenza di fuoco serve movimento e capacità di riposizionamento

SYDONIAN DRAGOONS
Avere unità da carica a cavallo è tutto sommatico poetico, anche in un mondo futuristico come quello del 40k. Ecco quindi che la cavalcatura è un altissimo mech, dotato di due gambe veloci e potenti, in grado di scorrazzare da una parte all'altra del campo di battaglia per caricare i nemici con lance elettrificate. Il numero di attacchi che uno squadrone di Dragoons può generare in una carica è notevole, ma mancano di capacità di penetrare le armature. Sono però sempre accompagnati da una nuvola di incenso che occulta la loro figura ai nemici.

Quando c'è bisogno di armi imponenti si sceglie il supporto pesante

KASTELAN
I robot Kastelan sono antiche mostruosità puramente robotiche, guidate in battaglia dal loro padrone e in grado di cambiare protocolli di combattimento in base ai programmi caricati nella loro memoria gestiti da un Datasmith della Legio Cybernetica. I Kastelan sono estremamente resistenti e pesantemente armati. I loro campi di forza sono dei repulsori in grado di rispedire al mittente i colpi e la loro forma è molto resistente al danno. Armati con lanciafiamme o armi al fosforo, sono in grado di diventare un ottimo incudine in battaglia, ma possono essere sorpresi se stanno usando il programma sbagliato al momento sbagliato.

IRONSTRIDER BALLISTARI
I Ballistarii sono i cecchini delle forze Skitarii. La loro capacità di saper colpire i punti deboli dei nemici, di cercare bersagli in mezzo alle truppe nemiche per abbatterli è leggendaria e lo fanno anche con armi di un certo peso, come autocannoni e cannoni laser. Fare questo lavoro da fermi però è un contro. Loro sono mobili ed organizzati in squadroni, tutti sopra la stessa piattaforma con gambe dei Dragoons, donando quindi molta mobilità alle loro piattaforme da fuoco. Sono però fragili.

ONAGER DUNECRAWLER
Questi camminatori sono dei gioielli di retrotecnologia. Sono sia dei sofisticati sistemi di acquisizione dati per il Mechanicus che delle piattaforme da fuoco in grado di cavarsela contro ogni tipo di bersaglio e sono sia resistenti che mobili. Le loro gambe a ragno permettono di ignorare ogni tipo di terreno difficile, offrendo un enorme vantaggio rispetto a più tradizionali ruote o cingoli, pur mantenendo la stabilità di un sistema non antigravità. I loro campi di forza si rafforzano quando più unità si trovano vicine. Ma il loro punto di forza è il loro armamento, che consiste in raggi Eradicatori, blaster al fosforo, laser neutronici e il famigerato Icarus array, che trasforma l'Onager in una batteria antiaria ad elevata potenza.

Personalità o macchine da guerra così imponenti da sovrastare ogni altra unità del gioco





PALADIN
WARDEN
CRUSADER
I Cavalieri sono tutti delle super unità, una sorta di mini Titano. I Piloti dei cavalieri vengono tutti da mondi feudali o poco più e questi giganteschi mostri meccanici sono la cosa più avanzata sul loro mondo di appartenenza. I piloti sono scelti tra le famiglie nobili e entrano in un legame molto forte con lo spirito macchina del cavaliere, che è un amalgama di tutte le personalità dei piloti precedenti. Gli aspetti distintivi dei cavalieri sono due: la loro categoria e la casata di appartenenza. La categoria ne influenza equipaggiamento e statistiche, mentre la casata influenza il carattere del pilota, che può essere un cavaliere errante in pieno stile medioevo terrestre o qualcosa di totalmente diverso. Gli Errant sono i dedicati anticarro, armati con giganteschi cannoni termici. I Paladini hanno un grosso cannone da battaglia ad alta cadenza di fuoco, i Warden hanno un cannone gatling Avenger, I Gallant sono dediti solo al corpo a corpo con la loro combinazione di spada a catena e maglio, mentre i Crusader hanno una potenza di fuoco di un'intero battaglione di carri armati, avendo una minigun Avenger e cannone termico sostituibile con un cannone da battaglia. Tutti i cavalieri possono avere armi sulla loro testa di solito con ruolo anti aereo e sono protetti da campi di forza ionici, molto resistenti ma possono coprire solo un lato del cavaliere e quindi devono essere riposizionati di continuo per evitare la morte. Anche per questo combattere su queste macchine è un'arte.

Il distaccamento War Congregation permette di unire questi 3 codex in un un'unica armata.


Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento

01 09 10