Ricostruire Villaggi : Tempo Sprecato?

Colonia 6, di Xenoblade
Di recente, durante uno dei  miei momenti di follia, ho potuto soffermarmi un po' su un elemento proposto a volte alcuni giochi di ruolo.

Un villaggio, struttura viene irrimediabilmente distrutto per qualche evento catastrofico. A voi, giocatore, il compito di ricostruirlo.

Un tipo inusuale di sidequest, che un po' funziona ed un po' non.

Vediamone alcuni esempi.




Primo caso: Tales of Symphonia.

La città (vabbè, villaggio) di Luin è un ridente paesino che viene distrutto dai cattivi del gioco.

Dopo un po' di storia e balle varie, è possibile ricostruirlo.

Come?

Domando soldi in SPECIFICI INCREMENTI ad un tizio nel villaggio uscendo e rientrando dall'ambientazione ad ogni donazione.

Si, se si dona l'intero ammontare in un solo colpo, oppure al proprio ritmo, non succede nulla. Lo scoprii sulla mia pelle dopo aver speso soldi inutilmente senza vederne benefici. Bruttissima cosa.

I benfici? Qualche negozio, un posto migliore ed un po' di soddisfazione personale. I negozi purtroppo non offrono nulla di particolarmente buono, quindi volendo si può saltare tutto in toto e finire il gioco senza problemi. La città è però fisica, visitabile ed interattiva, quindi almeno c'è appagamento visivo.

Poi sul finale di Tales of Symphonia, SPOILERZ, si decide di ricostruire l'intero mondo dandogli nuova forma. E quindi Luin che fine fa? BOH.

Fortunatamente qui arriva in soccorso il sequel, che ci mostra la città ancora intatta nel nuovo mondo, e tutta riparata, quindi almeno è stata canonizzata la sua riparazione. Buon finale.

Bravely Default ci propone invece Norende!

La città natale del protagonista Tiz viene disintegrata all'inizio del gioco e poco dopo si cercherà di ricostruirla.
La vera domanda è dove?
Purtroppo la città di Norende non sarà interagibile nel mondo di gioco, ma rimarrà confinata ad una visuale 2D schematizzata, dove dovrete usare giocatori di Bravely Default accumulati attraverso lo streetpass per ricostruire le varie zone e potenziare i negozi.

I vantaggi in termine di gameplay sono tangibili: gli strumenti acquistabili in Norende sono degli unicum e sono spesso armi, armature ed accessori ben più potenti di quelli trovabili nel gioco principale.

Unica nota un po' storta è che la città fa anche da deposito di mostri speciali da affrontare per ottenere altri oggetti particolari e gloria personale. Dico storta perché poveri abitanti che si ritrovano con questi mostri fortissimi in casa! Fuggite sciocchi!
Ottimo punto a favore la capacità di mandare avanti Norende a gioco in pausa, siccome le attività richiedono molte ore per essere portate a termine, queste passano con il 3DS in pausa, sfruttando i momenti morti della vostra giornata per fare comunque qualcosa di produttivo.

Xenoblade Chronicles ha anche lui la sidequest di ricostruzione ed è una delle più lunghe e complesse.
La Colonia 6 è vittima di un attacco ad inizio gioco e tra i rifugiati c'è anche una vostra compagna di viaggio.

Potrete investire risorse, materiali e soldi nella ricostruzione della colonia, attirando abitanti di ogni tipo dal resto del mondo alla colonia.

Il risultato sarà una bella cittadina ridente con molti abitanti, ben 150, lo sblocco di molte sidequest, con relative ricompense.

Onestamente, per come è strutturato il tutto, con il sistema di relazioni tra gli NPC, che variano e si evolvono in base alle quest completate dal giocatore... è appagante. Forse la quest di ricostruzione che mi ha più soddisfatto da sempre.

E poi Xenoblade Chronicles finisce SPOILERS con una ricostruzione del mondo. E pure questo? Eccheppalle. E la città che ho ricostruito? che fine fa? Purtroppo, non essendoci un sequel, non sapremo mai se effettivamente abbiamo buttato tempo o no nel ricostruire la colonia 6.

I giochi di ruolo occidentali invece adoperano una variante del villaggio da ricostruire. Quello della fortezza da potenziare. L'esempio forse migliore/peggiore è quello di Neverwinter nights 2.

Diverrete il capo di una fortezza e potrete apportarne un sacco di modifiche, dal ricostruirne varie parti, accettare mercanti, reclutare uomini con diversi criteri, difendere le strade, equipaggiare gli uomini con i migliori mezzi... insomma, sarete impegnati a fare il padrone della vostra base.
A me piacciono molto questi aspetti buttati in mezzo ad un gioco fantasy.

Tra l'altro, oltre a ricompense varie ricevute dai vari contratti che si formeranno con la vostra fortezza, essa avrà un ruolo importante anche nel gameplay della storia. Se sarà potenziata al suo massimo, quando le forze nemiche attaccheranno, il vostro party si ritroverà a dover affrontare poca gente. Invece se per sbaglio non avete curato la vostra fortezza, vi ritroverete sommersi di nemici di ogni tipo e lo scontro sarà molto più ostico. Un ottimo modo per dare importanza al vostro lavoro.

Ora anche Never Winter Nights 2 finisce con SPOILERS voi ed il vostro party morti sotto le macerie.

In uno dei finali peggiori di sempre. Beh e quindi? Anche qui tempo sprecato? Tutta quella fatica e non riesco neanche a tornare da eroe e godermi la mia fottuta fortezza? FANCULO.


Insomma, come miniquest è forse una delle più appaganti perché si vedono effettivamente dei cambiamenti visivi nel mondo di gioco causati dal giocatore e si ha la soddisfazione di migliorare la vita di altre persone all'interno del setting, ma porca puttana, fateci godere i frutti della nostra fatica dopo il postgame, non resettate tutto solo perché vi va così da buttare ore ed ore per ricostruire un qualcosa che poi va a quel paese. E quindi mi appello a tutti gli sviluppatori: basta con i finali resettoni! Fateci tornare al nostro villaggio ricostruito da eroi!

Voi quale sidequest avete trovato sprecata al massimo dopo un finale di un gioco? (Mass Effect non vale, lo dico ora!)

Stay Classy, Internet

3 commenti:

  1. Post molto interessante!
    Mi accorgo solo adesso che Xenoblade ricorda molto Terranigma... almeno sul piano dei villaggi :D

    RispondiElimina
  2. Tra quelle che hai messo nell'articolo, le subquest meglio riuscite di ricostruzione villaggi sono sicuramente quella di Xenoblade e quella di Bravely Default. Un'unica nota su quest'ultimo: ma la Norende che si ricostruisce, di quale mondo è? Il bello è che rimane la stessa in tutti i loop, se anche fosse sempre quella del primo mondo, come fa Tiz a rimanerci in contatto? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ssssh! Non si parla di quella cosa che accade in bravely default. Troppi buchi.... squarci di storia. Tra l'altro il mio tipo primo articolo di questo blog era un contro bravely proprio per ste cose della sua storia! ARGH.

      Quella di xeno una volta finita tutta è davvero goduriosa. Anche se devo dire, la 'base ricostruita' preferita è quella di Skies of Arcadia.

      Elimina