Quando dare troppi dettagli è male - Halo & Mass Effect


Altro momento, Altro rant.

Qualcuno mi dice che sono un po' troppo pignolo quando guardo certi particolari in certi giochi. Io invece rispondo in questo modo: se uno non sa dirmi un perché o un perquando su quel particolare, PERCHÉ mettercelo in primo luogo?

Cercherò di argomentare il tema dei numeri/dettagli buttati a caso a scopo... BOH aiutandomi confrontando sue saghe videoludiche fantascientifiche degli ultimi anni: Halo e Mass Effect.

E onestamente sembra uno di quei tanti dibattiti che già ci sono online... e forse lo è....


Pathfinder : Advanced Class Guide - Recensione


Mi sto riducendo a sfornare recensioni ed impressioni su giochi di ruolo cartacei a manetta! Ma non preoccupatevi, è solo una moda passeggera e concentrata in questo periodo per le uscite importanti che si accavallano e perché sto col portatile e non posso giocare a nulla.

Quindi ora andremo a vedere, nel periodo di uscita del primo manuale di D&D 5a edizione, cosa sta facendo la Paizo, produttrice del gioco di ruolo cartaceo Pathfinder, altresì conosciuto come D&D 3.75.

Il manuale in questione è il Manuale delle Classi Avanzate e porta nel mondo di Pathfinder 10 nuove classi che sono state costruite con l'unione di classi precedenti.


Cosa diavolo sarà uscito fuori?

Dungeons & Dragon 5a edizione - Manuale del giocatore - Recensione Parte 2: Background, Equip, Talenti ed Incantesimi


Eccoci quindi alla seconda parte della mia recensione/analisi del manuale del giocatore di D&D 5a edizione o D&D next per gli amici. Nella prima parte, reperibile qui, mi sono soffermato sulle razze e sulle classi di questa edizione. Ora guardiamo gli altri capitoli, che parlano del resto.
Vedremo gli equipaggiamenti, le abilità, i talenti, i background, il combattimento e gli incantesimi, forse la parte più importante di sempre in ogni gioco di ruolo cartaceo fantasy vanciano.





Dungeons & Dragon 5a edizione - Manuale del giocatore - Recensione Parte 1: Razze e Classi

Finalmente stanno arrivando i primi pezzi della D&D next, la quinta edizione. L'edizione che dovrebbe far riportare D&D ai fasti del passato, facendo dimenticare la 4a edizione.
A luglio è uscito il set base che già conteneva le regole, ma è con il manuale del giocatore che si sancisce ufficialmente l'inizio di questa nuova edizione.
Purtroppo la Wizard of the Coast ha deciso di far uscire molto dopo il manuale dei mostri e quello del dungeon master, quindi fino a quando non avremo tutti e tre i manuali avremo un gioco monco, ingiocabile, ma almeno possiamo digerire le regole a scaglioni e prepararci psicologicamente.
Ad una prima lettura e dopo qualche tiro di dado per saggiare la nuova matematica, posso ritenermi soddisfatto di quel che è stato fatto. Del playtest è rimasto poco.





Sci-fi ed i futuri "rotti"

Piccola riflessione che ho avuto mentre scrivevo roba.

Il futuro distopico/apocalittico  è un setting molto figo e per certi versi abusato nella fiction.

Le distopie forti, come quelle di 1984, F451, Brave New World, sono critiche alla società moderna attraverso l'estremizzazione di determinate linee di pensiero presenti all'epoca della scrittura. Sono opere scritte come un avvertimento e come critica e ci colpiscono perché sono ben focalizzate.

Ma spesso di recente arrivo a vedere il background del tutto distrutto, cupe e controllato semplicemente come un modo più facile per poter mettere paletti arbitrari al background.

Ovvero: ci vuole molto meno fatica ad immaginare e pensare un mondo rotto che un mondo funzionante in tutto e per tutto.

In un mondo distopico o apocalittico siamo di fronte o al totalitarismo che controlla tutto in modi anche sconclusionati e la logica dietro le azioni o come ci si comporta verso la popolazione può essere tranquillamente riassunta con: il dittatore è un po' rincojonito. Esempi nella vita reale ne abbiamo avuti, quindi why not? Oppure le megacorporazioni controllano tutto e tu non sai mai esattamente quello che fanno, quindi non puoi neanche a criticare aspetti possibilmente fallaci dell'intera struttura.

L'apocalittico ha semplicemente la civiltà distrutta, quindi si deve ricominciare da capo. Poca roba, poca gente, tutto semplice.

Però non bisogna lasciarsi ingannare dall'apparente semplicità e controllabilità di questi background, perché a scriverli da culo non ci vuole mica nulla.

Tipo Elysium. Che dovrebbe essere una critica alla campagna anti immigrazione USA, ma il backdrop Sci-Fi di mondo sfasciato che usa è così a caso che rompe il messaggio. Totalmente.

Ok, lui è un figo.
*Spoilers* Cioè si la Terra è superaffollata (con una crescita completamente a caso, ma vabbè), ma che famo con i lettini di cura? curiamo tutta la popolazione umana che al ritmo che si vede nel film ci vorranno un paio di secoli? e poi chi li mantiene ora tutti gli umani azzerando la mortalità visto che le risorse sono comunque tutte a fanculo?  Bel modo di risolvere i problemi: creiamone altri di ancora più mastodontici. La stupidità raggiunta da quel film in alcuni momenti è a di poco straordinaria e non è neanche imputabile al sistema che è pazzo o creato da gente pazza, ma solo al.... al... boh. All'incapacità di usare il senso comune e la logica e di avere un senso di causa ed effetto. A meno che l'intento del film non fosse proprio una celebrazione del BOH. MA NON SEMBRA PROPRIO.

 Ora cerchiamo di capire come diavolo si può mantenere realisticamente una società interstellare va.....

Stay Classy, Internet

Generic Universal Role-Playing System. Cosa cazzo è GURPS?


Il post che ha preceduto questo era un insieme di cagate (beh, per me avevano senso) sparate una dietro l'altra. Tra l'altro ho avuto un momento di epifania e tutto quel lavoro probabilmente lo sostituirò con uno diverso, un po' meno impestato e più standard... ma roba per altre discussioni.
Ora scrivo quello che avrei dovuto scrivere in principio ovvero: spiegare cosa è GURPS e perché io lo adoro.


CapRichard, prophet version, in GURPS 4a edizione.

Vi ricordate il post precedente?
C'era un'immagine dei profeti. Bene per una volta non sto prendendo immagini a caso dal google search, ma sto usando artwork originali 100% fatti ad hoc da un amico di recente acquisizione: Fabio Carretti, in arte, Phobox, un incrocio tra il dio della paura ed una Xbox. O forse tra il satellite di Marte ed una Xbox One, visto che come dimensioni stiamo lì (dell'Xbox One e del Satellite, non di Fabio).

Bene, il buon caro Phobox ha deciso di immortalare i profeti, o meglio, i nerd del cazzo, con una caricatura facente verso ad un nostro stile preferito.

Io ovviamente sono in stile sci-fi stiloso, STRAPPED INTO POWER ARMOR, e con un braccio cannone.

Potevo forse tirarmi indietro da Gurpsizzare il mio personaggio? Ovviamente no!



Warning: MASSIVE POST. Armatevi di pazienza, tempo libero e caffè.

Sotto un nuovo sole

Con questo titolo Pikappico apro questo breve messaggio per dire un po' dove andrò a parare con questo blog nel tempo a venire.

Almeno per segnare mentalmente e fisicamente la data del turning point.



E ne approfitto per buttare un'immagine di Xadhoom  non fa mai male.

Questo blog era nato per iniziativa personale ed avrebbe, forse potuto traghettarmi verso nuovi lidi e qualcosina l'ha già fatto, ma i nostri (miei e di Torre) sforzi videoludici sono virati verso altre zone.

L'idea di focalizzare il tutto sui videogames era infatti per dare un focus ed una direzione, ma portare avanti questo unico argomento su fonti diverse diventa un problema di varietà e multitasking.

Le mie recensioni appariranno perlopiù nel weekly hobbit di CheckPointCafé, un blog multiscrittore sul quale sono entrato via gbarl.





Articoli sul gaming vari e altre recensioni appariranno in formato testuale e/o video sul Prophet Network e sul Prophet Network blog. Il Prophet Network è praticamente diventato il punto focale del mio sforzo produttivo in campo videoludico




Quindi che rimane qui sul F.O.V. 90? Con la dipartita del Torre (altro colleboratore del Prophet network) e la rimanenza del sottoscritto, probabilmente le uniche "rubriche" che rimarrano saranno cronache dal backlog, visto che il mio backlog di steam è portentosamente mastodontico e roba su giochi fuori dal radar, che poi si trasformeranno in review più complesse sui siti principali.

Allora è arrivato il momento di ampliare gli orizzonti di FoV. Non più solo videogame, ma anche mie elucubrazioni su chi più ne ha e più ne metta, tutte di natura geek/nerd ovviamente. Aspettatevi qualche cosa da giochi di ruolo da tavolo, roba su musica, cinema, pippe mentali e pubblicazione di idee o "stvonzate" che di solito scrivo solo per me.. e praticamente si, troverò il modo di intasare anche sto blog con Emunah. Cos'è Emunah? Beh, aspettate e vedrete.

Ah, beh si, poi continuerò a fare video a schifo su Dark Souls II e altre menate che non si cagherà nessuno, mentre cerco di lottare con i miei hardware e software di acquisizione audio per ottenere un sonoro decente. Inutilmente.

Stay Classy, Internet.