InFamous: Second son- Recensione

Enjoy your power.
Playstation 4 è ormai uscita da alcuni mesi e nonostante le ottime vendite globali a questa console mancava qualcosa, qualcosa che noi tutti possessori della console ammiraglia Sony aspettavamo da tempo: Una esclusiva degna di questo nome.
Dopo vari multi-piattaforma, alcuni di grande qualità altri più modesti,  una esclusiva deludente (vedi Knack) e un Killzone che ha fatto discutere dividendo la critica, alla scatoletta targata Sony mancava qualcosa, un segno, un titolo che confermasse la qualità delle esclusive old gen anche sulle nuove console.
Un nerd, la sua preda e un regalo.
C'è anche la mia merenda, ma vabbè
Con vari giochi in sviluppo e un Driveclub rimandato all'infinito, ecco che per fortuna arrivano i Sucker Punch con il terzo capitolo della loro saga nata su ps3: Infamous, un titolo carico di enormi aspettative e speranze dei giocatori.

Si tratta del titolo di cui Ps4 aveva bisogno o di una mazzata nei denti dei sonari di tutto il mondo?

(ci tengo a sottolineare che le recensioni sono articoli dove si CERCA di essere più oggettivi possibile, ma sappiamo tutti che alla fine contano anche i gusti personali, ergo NON prendetela come valore assoluto, in quanto ciò che piace a me può far vomitare CapRichard o voi e viceversa).

Detto questo, Iniziamo!



TRAMA E CONSIDERAZIONI 
Ecco Delsin in tutto il suo splendore.
E il suo...cappellino.
Le vicende InFamous Second son si collocano sette anni dopo l'epilogo "buono" dell'ultimo capitolo dell'epopea di Cole e ci mettono tra le mani  oltre a una nuova ambientazione, un nuovo giovane protagonista: Delsin Rowe, un ventiquattrenne dall'animo ribelle e spavaldo con una grande passione, e altrettanto talento, per la street-art e i graffiti in particolare.
Il soggetto in questione ha un carattere che va in forte contrasto sia con suo fratello maggiore Reggie, il classico "fratellone" responsabile e con la testa sulle spalle (nonché poliziotto) sia con la comunità in cui vive: Infatti Delsin appartiene alla tribù indiana Akomish, i quali vivono alle porte della grande città di Seattle tra usanze e natura, creando quasi un quadro idilliaco appena fuori dal grande caos urbano che tanto rispecchia il nostro giovane e irresponsabile protagonista.
Ma la vita di Delsin, Reggie e della comunità intera cambierà radicalmente con l'arrivo di un furgone della DUP ( Department of unified protection) carico di prigionieri Conduit, esseri umani dotati di poteri sovrannaturali a causa di uno sviluppo di un particolare gene, capaci di comandare e trasformarsi in vari elementi e/o materiali presenti in natura o creati dall'uomo (vedasi l'elettricità di Cole o il petrolio di Nix in infamous 2) e per questo etichettati come "bio-terroristi".

Poteri del fumo/fuoco in azione
Il furgone tuttavia ha un incidente, causando la liberazione di tutti i conduit presenti all'interno, uno dei quali durante un tentativo di fuga prendendo Delsin come ostaggio, "trasferisce" i suoi poteri sul nostro protagonista sotto gli occhi attoniti del fratello, trasformando il nostro Akomish in un uomo capace di controllare il fumo e la cenere.
Il tutto culmina con l'arrivo della DUP e di una Augustine Brook, head dell'agenzia governativa nonostante sia una conduit, pronta a tutto per conoscere il segreto di Delsin,
anche a ferire innocenti appartenenti alla comunità Akomish.. Questo, insieme alla consapevolezza del protagonista di essere un "conduit spugna", ovvero di avere la capacità di assorbire i poteri degli altri super-umani, e alla conoscenza del fatto che per curare la propria tribù Delsin dovrà assorbire lo stesso potere che li ha feriti, ovvero quello di Augustine, darà via alla vera trama del gioco che, anche se non particolarmente brillante, sarà piacevole e sufficientemente coinvolgente, inciampando tuttavia verso il finale, nella quale diventerà stereotipata, in particolare a chiunque abbia una minima conoscenza degli X-men della marvel.

Qui comincia anche la crescita caratteriale di Delsin, dapprima spaventato dalle sue nuove abilità fino a diventare sbruffone e fin troppo sicuro di se già poco dopo poche ore di gioco, e inizierà anche ad evolversi il suo punto di vista sul mondo e sulle persone che vi abitano, mondo addirittura peggiore di quello in cui viveva il protagonista dei primi due capitoli della serie: Infatti dopo gli avvenimenti causati da Cole sette anni prima, la presa del DUP si è fatta ancora più insistente e la caccia ai  Conduit continua senza sosta e senza pietà, costringendo i possessori di tale potere a vivere nascosti o scappare perennemente.

Le due aquile rappresentano l'equilibrio
del karma di Delsin
Come i predecessori, anche questo InFamous fa leva sulle "scelte karmiche", ovvero bivi nella trama, nelle missioni,o semplicemente nel modo di combattere che porteranno Delsin a diventare o un eroe amato dalla popolazione aiutando i deboli, stando attento a non coinvolgere i civili nei combattimenti e a effettuare KO non letali sui nemici, O un infame temuto da nemici e amici, distruggendo qualunque cosa senza il minimo riguardo e uccidendo chiunque capiti a tiro solo per dare sfogo ai propri poteri. La divisione del Karma non solo permette di avere missioni differenti nella trama e nelle sidequest, ma è causa anche di una diversificazione dei poteri( dove karma positivo vuol dire maggiori colpi non letali e di guarigione mentre karma negativo significa stile di combattimento più aggressivo)e soprattutto della presenza di due finali possibili a seconda del tipo di "strada karmica" percorsa durante il gioco.
Purtroppo il gioco penalizza chi decide di essere neutrale, costringendo a scegliere una delle due parti se si vuole acquistare i potenziamenti derivanti dal proprio livello di karma; Anche gli attacchi saranno sempre gli stessi a parte un paio di eccezioni, diminuendo l'ottima varietà presente nel secondo capitolo su ps3.

COMPARTO TECNICO


La cura nei particolari dei SP è impressionante
Sul comparto tecnico non c'è molto da dire se non che i Sucker Punch hanno mostrato i muscoli di Playstation 4, regalando una pulizia grafica e una qualità senza precedenti in casa Sony.
I 1080p, le texture di grande qualità, la quasi assenza di aliasing e i fantastici effetti particellari dipingono un ottimo quadro, sopratutto se guardiamo alla splendida realizzazione dei personaggi  principali e degli effetti dei poteri, davvero mozzafiato. Si nota un leggero calo di qualità sui cittadini ,sui veicoli e sugli elementi meno importanti del pacchetto, ma nulla per cui storcere troppo il naso, sopratutto considerando l'impegno degli sviluppatori nel costruire una Seattle viva e credibile, costruita seguendo attentamente la reale conformazione della città (la stessa in cui vivono i SP) e delineando un certo stile per ogni quartiere. Quel che ne risulta è un mondo pulsante e realistico, senza avere dimensioni esagerate rispetto ad altri open-world, ma comunque con tanto di quel carattere da rimanere come punto di riferimento per la creazione di città in futuro.
Eh...<3
Il pregio migliore del comparto tecnico di Second son resta tuttavia il sistema di illuminazione, che regala scorci e incredibili orge di colori mozzafiato a schermo (sopratutto con un determinato potere di Delsin).
Il tutto con fantastici riflessi di luci su strade e palazzi e un sorprendente gioco di immagini riflesse durante la pioggia. Magnifico, veramente magnifico.


COMPARTO AUDIO

Per quanto riguarda il sonoro  non ci sono note particolarmente positive o negative, nel complesso è più che accettabile e le musiche fanno il loro sporco lavoro, senza stancare ma nemmeno entusiasmare più del dovuto. Buono il doppiaggio italiano e scelta di voci azzeccate per tutti i personaggi tranne che per Reggie, il fratello di Delsin che, a parer mio, ha una voce totalmente fuori dal personaggio che interpreta.
La parte migliore del comparto restano gli effetti sonori dei poteri, diversificati e specifici per ogni attacco e i suoni della città, che risulta viva e rumorosa al punto giusto, senza ostacolare il giocatore con il classico chiasso che avrebbe una grande città come Seattle nella realtà.

SISTEMA DI GIOCO E GAMEPLAY


Il fumo passivo nuoce alla salute!
Infamous second son si presenta come un free roaming abbastanza classico, in cui andare dal punto A al punto B per prendere/accettare una missione resta piacevole per via delle molte attività secondarie lungo il percorso, tuttavia l'esigua quantità delle missioni principali , per quanto ben strutturate, non permette al titolo di eccellere in quest'ambito, sopratutto se guardiamo alle attività secondarie: per quanto la caccia ai droni sia divertente, smantellare scambi di droga soddisfacente, distruggere basi DUP godurioso e fracassare crani agli artisti di strada sia una liberazione, il titolo rivela una ripetitività di fondo abbastanza marcata nel suo sistema di gioco, regalando situazioni abbastanza ironiche in cui dopo 5-6 ore passate ad ammazzare spacciatori uno si chiede se siano più numerosi loro della popolazione stessa di seattle.
Per fortuna in aiuto a questa pericolosa situazione arrivano i poteri, in tutto quattro, a regalare grande varietà di situazioni e scontri, con poteri che favoriscono l'assalto diretto, altri quello a distanza e altri ancora la mobilità.
Un "semplice"posto di blocco della DUP.
Ad aiutare ci pensa anche la grande reattività dei nemici che, per quanto non sveglissimi, reagiscono molto in fretta alla vostra presenza nelle  vicinanze, arrivando di gran carriera in un blindato anche dall'altro capo della città. La difficoltà degli scontri e del gioco in generale è abbastanza bassina, anche se la patch uscita al day-one ha leggermente migliorato le cose, rendendolo godibile anche a livello normale, costringendo a prestare attenzione anche davanti a 5-6 soldati semplici se non si vuole rischiare inutili morti.
Particolare attenzione va data alle missioni di liberazioni dei quartieri, che personalmente ho trovato divertenti e adrenaliniche, stesso discorso per l'assalto agli avamposti centrali DUP: enormi strutture da distruggere a colpi di fumo (e altro!).

Il potere del fumo è ottimo negli spostamenti precisi
Per quanto riguarda il sistema di combattimento possiamo definirlo abbastanza semplicistico, in quanto la presenza di una sola combo in mischia e la presenza della stessa tipologia di attacchi per tutti i poteri (combo in mischia, "mitraglietta a distanza", colpo potente a distanza, colpo stordente, colpo in salto) lascia un po' di stucco, ma ciò non toglie che i combattimenti abbiano una straordinaria mobilità grazie ai poteri di movimento (come il fumo che passa in mezzo alle grate/barriere o che si infila nei condotti di areazione per spostarsi velocemente) o che comunque abbiano diversificazioni in base al potere equipaggiato: il fumo sarà migliore in certe situazioni rispetto ad altri ad esempio.
Il sistema cambia anche in base al karma che si vuole seguire, in quanto da eroi bisognerà combattere in modo più ragionato, e stare attenti a non coinvolgere civili (non sempre facile) e a non assestare colpi letali cercando di immobilizzare i nemici anziché ucciderli, mentre da infame si potrà dare sfogo brutale alla propria ira, distruggendo qualunque cosa nel raggio di decine di metri.

Ghost rider style!
Interessante anche la forma che la catena di Delsin acquisisce con i diversi poteri negli attacchi in mischia, passando da frusta fiammeggiante con il fumo ad alcune chicche in mia opinione geniali per i poteri successivi,
Vedere la "frusta" cambiare forma in diverse armi e non poterle utilizzare in modo più complesso e profondo è veramente un peccato; il gioco da molta più importanza ai combattimenti sulla distanza, tralasciando abbastanza quelli in melee.

La prima karma bomb che otterrete è a parer mio
la migliore in assoluto.
Altra menzione DOVEROSA sono le Karma bomb, ovvero attacchi speciali particolarmente potenti e diversi per ogni potere che Delsin può scatenare dopo aver caricato una determinata barra che si riempirà in modo differente a seconda del tipo di Karma che avete.
Tutte queste mosse sono potentissime, ma sopratutto spettacolari: ogni volta che userete una di queste tecniche assisterete a uno spettacolo pirotecnico assolutamente stupefacente, che vi sbatterà in faccia violentemente la bellezza degli effetti particellari e vi lasceranno a bocca aperta. Nonostante le vedrete più e più volte non vi stancheranno mai, veramente bellissime.

Piccola nota sulla longevità: la storia principale del titolo vi terrà impegnati per una decina di ore, pochine rispetto alla media, ma tra le missioni secondarie e una seconda run d'obbligo con un karma diverso dalla precedente, avrete di che divertirvi per ore e ore.

COMMENTO FINALE

Che dire, i Sucker punch hanno regalato alla Sony la prima esclusiva di grande impatto per la loro console ammiraglia, unendo una spettacolare grafica a un gameplay divertente per quanto semplicistico.
Perché è questo il maggior pregio di InFamous: divertire. Divertire nonostante la ripetitività di fondo, divertire nonostante lo scarso numero di mosse presenti...questo deve saper fare un gioco.
Oltre alla grafica, la trama e il sonoro un titolo deve principalmente avere come obbiettivo finale quello di intrattenere l'utente senza annoiarlo, fargli venire voglia di raccontare le gesta compiute agli amici.
E fidatevi, narrerete le vostre gesta, ma non per raccontare la storia di Delsin e compagni, ma per descrivere quanto vi siete divertiti ad avere in mano un grande potere, senza avere mai avuto paura ad usarlo.

VOTO (dati con step di 0,25)= 8,5/10


Enjoy it, nerds ;)










Nessun commento:

Posta un commento