Dark souls: Amore, odio....e bestemmie.

Il sottotitolo lascia ben sperare <3
Ebbene si: dopo anni di negligenza videoludica (ahimè, dura la vita del nabbo :( ) anche io sono entrato nel misterioso ed affascinante mondo di Dark souls, in vista dell'imminente uscita del secondo capitolo.

Ero curioso di vedere coi miei stessi occhi le capacità di un titolo così venerato e al tempo stesso così odiato. Volevo capire cosa spingeva alcuni ad amarlo così tanto e cosa spingeva altri a ripudiarlo manco fosse portatore della peste bubbonica.


Armato di pad alla mano e una scorta inesauribile di biscotti al cioccolato, decisi di buttarmi nell'impresa.
E così  mi addentrai nelle lande di Lordran, per capire se la verità stava veramente nel mezzo come dicono..



Chiariamo bene le cose dal principio: Questa non è una recensione, Ma ciò non toglie che Dark souls sia un mezzo capolavoro, con un background articolato (anche se ben nascosto), un gameplay funzionale e ottime ambientazioni/creature.

Splendide visuali in-game. Non guardate giù.
Il maggior pregio del titolo From Software è sicuramente la libertà data al giocatore sia in fase di gestione del personaggio, sia nella fase del puro gameplay, riassumibile nelle classiche "esplora" e "ammazza".

Raramente troviamo tale libertà di approccio alle diverse situazioni : percorsi alternativi? ci sono. Cambiare armatura e arma in base alla situazione? c'è. Far diventare un mago un guerriero con armi a due mani? presente, il tutto in un enorme mondo interconnesso pieno di segreti e, sopratutto, bastardate.

Ah. eccoci al punto focale della questione: le bastardate.
Dark souls ne è farcito fino al midollo. Fin troppo, nella mia ignorante visione delle cose
Ne aveva veramente bisogno?

Uno dei feroci boss: il terribile drago-vagina.
Questo è un titolo difficile, molto anche. Con boss alti come un palazzo capaci di fare a pezzi una montagna, dungeon labirintici pieni di trappole mortali e un sistema di checkpoint a dir poco punitivo.
Diciamocelo, sarebbe bastato questo a rendere felici i fan del gioco duro e crudo!
Tuttavia gli sviluppatori hanno inserito,consapevolmente o meno, una quantità di prese per i fondelli e pugni diretti alla pazienza dei giocatori che sarebbe bastata a far bestemmiare anche un Papa.

Suvvia. ammettiamolo. Io reputo Dark souls un ottimo titolo e condivido in pieno la sua altissima media dei voti, ma avrebbe riscosso ancor più successo con un paio di sbavature in meno. Ed è su questo argomento che molti si sono basati per bocciare DS a prescindere, etichettandolo come "creazione nata per aumentare il numero di suicidi". E non hanno tutti i torti, dico io.

Vi faccio alcuni esempi: Nemici che sferrano colpi potentissimi? OK ma...perché molti di questi colpi attraversano le pareti? Roba che un fendente mortale è capace di raggiungerti anche oltre una colonna gigantesca? O vogliamo parlare della fisica sballata? O dei terreni inspiegabilmente scivolosi?

State certi che in questa zona scivolerete. Prima o poi.
E attenzione : non sto parlando delle scelte di game design/ gameplay che rendono bastardo il gioco (tipo un arciere sul cornicione di un palazzo o il suo essere criptico nelle features del gioco) ma di veri e propri "errori" presenti nel titolo, volontari o meno.
Io non sono un pro, tant'è che senza l'aiuto del buon Caprichard ci avrei messo molto di più ad esplorare a fondo il titolo (e grazie anche a un pochetto di sano "deretano"!) e non critico assolutamente la struttura mai troppo usata del Trial&Error del titolo che spinge il giocatore a migliorarsi di volta in volta per non soccombere innumerevoli volte, dico solo che con un paio di raffinatezze in più si sarebbe scremata la gilda dei detrattori del gioco. FromS avevate fatto 30,  che vi costava il cosiddetto 31?

In conclusione: da che parte sta la verità? Dark souls è il fottuto capolavoro della  scorsa gen e chi lo critica è perché non sa giocare? O è un bastardissimo figlio di carota e chi lo difende lo fa perché va di moda?
Beh ovviamente....NO!

Nononono, non è nel dannatissimo mezzo, bensì (in mia opinione) si trova nella ormai rara sfera di gamers capaci di godersi, lodare e criticare un titolo per quello che è, uscendo dai canoni "io pro. tu noob" in cui ci stiamo dirigendo oggi.

Quindi dark souls è un buon gioco? SI! DS è un ottimo gioco, ma questo non vuol dire che molte delle critiche siano campate per aria. Il titolo ha i suoi difetti : è grezzo, criptico, bastardo e spesso ingiusto, ma ciò fa anche parte del suo fascino da bel tenebroso.

Carino eh? NO!
E poi scusate...cosa perdete tempo a leggere sto articolo? correte a farvi una vostra opinione giocandolo se non lo avete già fatto, che il seguito è ormai alle porte!

Sayonara, minna! T.










Nessun commento:

Posta un commento